EventiGreen

Francoforte: elettrico e guida autonoma star. L’ombra del dieselgate

DAL NOSTRO INVIATO A FRANCOFORTE:  Il Salone di Francoforte di quest’anno ha lasciato il segno per due ragioni, in particolare. Da una parte, infatti, è da intendere come una nuova pietra miliare nella storia dell’automobile. Sugli stand, a dominare, sono state le proposte sulla guida autonoma e il grande ritorno dell’auto elettrica. Dall’altra, invece, si registra uno strascico drammatico e doloroso per il settore, quello del “dieselgate”, lo scandalo (esploso nel bel mezzo della rassegna) della centralina truccata e dei dati sulle emissioni non corrispondenti alla realtà, che ha travolto il Gruppo Volkswagen e, di riflesso, l’immagine del comparto. Per l’auto, dunque, si volta pagina, in tutti i sensi. Fatti come quelli emersi nel potente gruppo tedesco non dovranno più accadere. E, come sempre accade in questi casi, improvvisamente tutte le Istituzioni si sono accorte – al di là dello scandalo – di una serie di carenze normative e strutturali che hanno portato prepotentemente alla ribalta il problema di dover rivedere e standardizzare i limiti alle emissioni (sono più severi negli Stati Uniti) al di qua e al di là dell’Oceano.

Per quanto riguarda il futuro dell’automobile, a Francoforte si è già potuto toccarlo con mano. Il settore ha decisamente imboccato la strada che da qui a qualche anno automatizzerà in misura crescente le automobili. Significa che un computer di bordo sarà capace di sostituire, in  alcuni momenti, il guidatore. E a beneficiarne, negli obiettivi comuni, sarà la sicurezza. Ecco, dunque, la nuova frontiera dell’auto. E nel momento in cui anche le infrastrutture si saranno adeguate, l’intervento della persona a bordo di un veicolo sarà sempre più limitato. Sul fronte dell’elettrico, invece, il “dieselgate” sta spianando la strada alla crescita di questo tipo di motorizzazione insieme a quella ibrida plug-in (motore termico abbinato a uno elettrico che si può ricaricare da un presa normale). La differenza, in questo caso, la fa la maggiore autonomia garantita dalle batterie di ultima generazione. Fino a 500 chilometri, come mostrato proprio a Francoforte.

Rivedi tutte le novità leggendo Francoforte invaso dalle novità; sarà il Salone della svolta?

 

 

 

Precedente

La nuova reginetta delle flotte, la Peugeot 308, si presenta

Successivo

La Ipo di Ferrari e la querelle Apple/Tesla agitano Wall Street