MissiOnewsTech & WebTMC

Infuria la tempesta Ndc, ma implementarlo è d’obbligo

“Stiamo attraversando la tempesta perfetta e l’augurio è che la risoluzione sia diversa rispetto a quella vissuta da George Clooney e co. Nel prossimo futuro, tra i 3 e i 5 anni, l’industria dei viaggi sarà inevitabilmente diversa da come è oggi”, queste le parole di esordio di Francesca Benati, senior VP Ota Wemea & managing director Italy di Amadeus, durante la presentazione delle ultime funzionalità sviluppate.

In parte, quanto descrive la manager è dovuto anche al fatto che il confine tra business traveller e leisure è sempre più labile.

“Chi viaggia per lavoro richiede servizi e facility che sono gli stessi che ricerca in occasione di un viaggio di piacere. Il mercato è sempre più frammentato, così come i contenuti disponibili online ed è quindi fondamentale il ruolo che player come le Tmc giocheranno, seguendo la rotta dell’aggregazione e fornendo, ai propri clienti, contenuti, informazioni e servizi semplici e su misura”. Ed è qui ad entrare in gioco Amadeus che, in occasione di Ttg Travel Experience, ha illustrato alcuni nuovi prodotti in grado di supportare al meglio gli operatori, travel management company comprese.

Ndc e All Fares in Selling Platform Connect

Grazie agli investimenti in tecnologia e sviluppo, Amadeus fu il primo Gds ad aver ricevuto la certificazione Ndc di livello 3, sia come aggregatore sia come fornitore IT. Prima dell’estate di quest’anno ha raggiunto quella di livello 4 come aggregatore che ha unito a quella di IT provider già conseguita a maggio. Un traguardo importante che attesta come il supporto al trade sia costante e volto a renderne il lavoro semplice e tempestivo.

“In un momento in cui la competition consolidation fa da spartiacque tra chi è in grado di investire e dunque di sopravvivere ad un mercato da Far West”, osserva Francesca Benati, e chi invece è destinato a soccombere, la società tecnologica punta dunque a cavalcare e a far propria l’onda della disruption. Anche grazie all’abilitazione Ndc di livello 4, quella che rivolge la propria attenzione all’assistenza nell’ambito delle prenotazioni: dai biglietti annullati alle cancellazioni, dai cambi alle procedure di rimborso.

Ndc: l’industrializzazione nel 2020

Sempre a questo livello si inserisce il necessario collegamento tra compagnie aeree e Tmc per pronte comunicazioni relative alle eventuali modifiche degli itinerari.

“L’obiettivo reale, quello dell’industrializzazione del servicing, sarà raggiunto entro il 2020, ma intanto con il nostro programma Ndc X, primo nel suo genere, aiutiamo i clienti a fruire di contenuti efficaci e puntuali, oltre che esaustivi”, continua Benati.

Un unico contenitore per tutte le tariffe

Veniamo alle novità. Per entrare definitivamente nel mondo di new distribution capability, Amadeus ha implementato All Fares nella Selling Platform Connect, la piattaforma che consente alle agenzie di visualizzare tutte le offerte disponibili in un unico contenitore, disporre della comparazione tariffaria e prenotare in un click, senza perdere ore e ore di lavoro nella ricerca della soluzione perfetta. Ma non solo. La soluzione grafica All fares viene resa disponibile senza alcun canone di licenza in aggiunta all’attuale, inoltre la piattaforma consente di arricchire la prenotazione con servizi accessori in maniera semplice e veloce.

Approfondisci qui sui test sul mercato australiano per la nuova interfaccia grafica di Selling Platform Connect.

Il GDS sullo smartphone

Altro prodotto strategicamente interessante per gli agenti di viaggio è Selling Platform Connect Mobile, basata su cloud, che consente di collegarsi, da ovunque e con qualsiasi dispositivo, alla piattaforma Amadeus e di sfruttare le potenzialità della stessa: ricerca, cancellazioni e cambi di prenotazioni, booking ex-novo, emissioni di ticket.
L’utilizzo di questo tool permette, quindi, di supportare e seguire il cliente anche quando non si è di fronte al computer, potendo accedere a PNR e prenotazioni semplicemente attraverso il proprio smartphone o tablet.

Amadeus Mobile Messenger

Un altro prodotto per le Tmc, che sta per diventare anche consumer, è l’Amadeus Mobile Messenger che aiuta gli agenti del business travel a comunicare con viaggiatori d’affari in tempo reale, nel caso in cui si verifichino situazioni di crisi o imprevisti. Grazie ad esso, i travel manager e chi li supporta nella gestione delle trasferte aziendali sono in grado di entrare in contatto immediatamente con i viaggiatori. Possono rintracciarli in caso di calamità naturali con il Gps di geolocalizzazione, controllare lo stato dei voli e ri-proteggerli nell’eventualità di cancellazioni o ritardi.

“Strumenti tecnologici come questi sono utili sia per le Tmc che per le aziende, e concorrono ad incrementare la fiducia che i business traveller ripongono nei propri referenti, elemento fondamentale per rapporti di lavoro proficui e duraturi”, sottolinea Gabriele Rispoli, direttore commerciale di Amadeus Italia.

La tempesta perfetta Ndc e la prima prenotazione live

Il processo di sviluppo dello standard Iata vede, dunque, iniziative che avvicinano l’industria dei viaggi ad un’adozione più ampia. Ricordiamo che nel settembre scorso è stata realizzata la prima prenotazione in tempo reale tramite Ndc ad opera di American Airlines, American Express Global Business Travel e Amadeus.

I tre partner ne hanno dato notizia alla convention di Gbta a Chicago. La prenotazione di servizi di American Airlines è stata elaborata in diretta da Amex Gbt che ha utilizzato la nuova Amadeus Travel Api. Quest’ultima sarà in grado di gestire le funzionalità di assistenza e di gestione del flusso completo delle prenotazioni, comprese le cancellazioni, i cambi e i servizi ausiliari, quando le capacità raggiungeranno livelli di produzione scalabili.

Un futuro che non sembra essere poi così lontano, tempesta permettendo.

studio Iata
Precedente

Per 20 miliardi di Pil in più: tanto darebbe il trasporto aereo se...

Successivo

L’auspicata virata digital del business traveller