MissiOnewsTrasporti

Linate chiude, cosa c’è da sapere del trasferimento a Malpensa

E’ ampiamente noto che l’aeroporto di Milano Linate sarà chiuso per lavori di manutenzione alle infrastrutture dal 27 luglio al 27 ottobre. Buona parte dei voli è stata ri-schedulata su Malpensa. Da qui voleranno 5,3 milioni di passeggeri in più.

Ecco come Sea, la società di gestione degli scali milanesi, ha organizzato il progetto Bridge per supportare l’aumento di transiti nell’hub varesino. Sono interessati anche 1300 operatori che dallo scalo cittadino andranno a lavorare nel primo aeroporto italiano per traffico merci e secondo per passeggeri. Per lo staff, ad esempio, aumenta la disponibilità di uffici e spogliatoi (oltre 65 nuovi locali allestiti per ca. 2000 mq) e il servizio mensa, oltre ad altri provvedimenti.

Linate chiude, la notte del trasferimento

Si prevede, nelle due serate precedenti il 27 luglio,
il trasferimento da Linate di oltre 300 tra mezzi e attrezzature:. Tra essi 15 bus per accompagnare i passeggeri agli aerei e 45 trattori elettrici. Sea si farà carico anche del trasferimento attrezzature degli handlers.

In preparazione del trasferimento dei servizi da Linate, all’aeroporto intercontinentale di Milano sono stati destinati 18 milioni di investimenti.

Al terminal 1 sono state potenziate le strutture di accoglienza e assistenza. “E stata allestita una nuova isola check-in in aggiunta a quelle già presenti nell’aerostazione”, spiega una nota.

I gates 24/26 e 32/39 dell’area Schengen sono stati aumentati. “L’aumento del traffico dovuto alla chiusura di Linate impatta principalmente sulla gestione dei passeggeri in transito nell’area Schengen per via della natura di Linate stessa, la quale copre soltanto destinazioni presenti all’interno dell’Unione Europea”.

linate chiude

Malpensa Prime_Landside

Nei mesi scorsi è stato riqualificato il piazzale ovest. Inoltre da questo mese di luglio apre la nuova aerostazione destinata all’aviazione generale (i voli privati) di Sea Prime. La struttura già presente a Linate, infatti, non è più in grado di ospitare da sola questa tipologia di traffico.

Ogni giorno a Malpensa saranno presenti 38 facilitatori di assistenza ai passeggeri.

Il sito riporta tutto sul progetto.

Convenzione con Telepass, pedaggio rimborsato

Linate chiude e Sea ha contribuito per rendere più semplice l’arrivo a Malpensa con un servizio speciale di taxi in condivisione point-to-point a tariffe agevolate. E ancora, grazie alla convenzione con Telepass, per chi arriva dalla A4 e parcheggia in aeroporto, verrà rimborsato il costo dell’autostrada.

I parcheggi sono aumentati: al terminal 2 sono 2mila i nuovi posti disponibili per i viaggiatori e 580 per gli operatori al Terminal 1.

Linate chiude, aumentano i treni

Linate chiude e il treno Malpensa Express di Trenord garantirà ogni giorno 18.500 posti in più. Dal 27 luglio al 27 ottobre la compagnia ferroviaria raddoppia i convogli e passa da 39mila a poco meno di 58mila posti complessivi. Dalla stazione di Milano Centrale, il Malpensa Express porta l’offerta da 300 a 600 posti.

Leggi qui dei 20 anni di Malpensa Express.

Non mancheranno i treni dalla stazione di Milano Garibaldi operati da Trenitalia e quelli dei pullman sempre dalla stazione feroorviaria principale e da Fiera Milano City e dal polo fieristico di Rho Pero.

Linate chiude, timeline dei lavori

Il city airport sta seguendo una timeline di lavori che prevede: l’ampliamento e il rifacimento dell’aerostazione tra maggio 2019 e aprile 2021, Il rinnovamento dello smistamento bagagli e il rifacimento della pista fino ad ottobre 2019.

“Il primo degli interventi che verrà realizzato durante la chiusura dell’aeroporto sarà il rifacimento della pista di decollo e atterraggio di Linate”, spiega Sea.

Si tratta di lavori di manutenzione straordinaria che vengono effettuati obbligatoriamente ogni 20-25 anni per garantire ai passeggeri livelli di sicurezza sempre elevati. L’impegno economico è pari a 21,8 milioni di euro.

La pista di decollo e atterraggio è lunga 2,4 chilometri e larga 60 metri. Viene rifatta anche quella di rullaggio, come previsto dalla normativa vigente che ne impone uguale manutenzione ogni 15/20 anni.

Ne verrà completamente rifatto il manto, per uno spessore totale di circa 60 centimetri, e verranno sostituite le testate in calcestruzzo con altre testate in cemento, un materiale più flessibile, moderno e sicuro.

Questo intervento è fattibile soltanto nel periodo estivo, poiché la lavorazione della pista e delle sue componenti richiede un meteo stabile, sereno, e un clima caldo per essere apportata al meglio.

“Contemporaneamente prenderanno il via i lavori di restyling dell’area imbarchi. Rinnoveremo anche l’impianto che riceve le valigie (BHS) e le prepara per l’imbarco nelle stive degli aerei, aumentando ancor di più il livello di security dell’aeroporto, grazie a nuovi sistemi all’avanguardia”.

Quattro i nuovi sistemi di BHS (Baggage Handling System) rinnovati per 10,9 milioni d’investimento. Essi dovrebbero accorciare i tempi di controllo e smistamento.

Dopo la riapertura del 27 ottobre 2019 alcuni cantieri rimarranno ancora aperti. Infatti, l’aeroporto cittadino continuerà ad essere riammodernato fino al 2021.

Un city airport più business oriented

“Amplieremo l’offerta commerciale dell’aeroporto con nuovi negozi, in grado di incontrare i gusti della nostra clientela business – spiega Sea -. Nell’area food & beverage punteremo su nuovi format. L’offerta degli ambienti spazierà dalla relax zone al business center. Inoltre, un elemento architettonico molto distintivo creerà un effetto luminoso che darà all’aeroporto un’immagine più moderna”. 

Cosa è già stato terminato

Linate in realtà vede alcune opere già concluse. A maggio del 2018 è stata completata la prima fase dei lavori (che ha richiesto 8,3 milioni di euro di investimento), con l’inaugurazione della facciata. Anche la vip lounge Leonardo è rinnovata.

L’ultima deadline è il 2021 quando verrà compiuta la terza e ultima fase. Quella che sarà maggiormente percepita dal passeggero una volta completata. Per il restyling e l’ampliamento dell’aerostazione l’investimento totale è di 27,2 milioni.

Leggi qui di Malpensa e Linate primi aeroporti al mondo a offrire il servizio di assistenza vocale Google, integrato nei propri siti e presente nello store dedicato.

Leggi qui dei 10 aeroporti più relax al mondo.

alitalia connect
Precedente

Alitalia Connect: un'unica piattaforma digitale b2b

RoomIT by CWT
Successivo

Wi-fi, tariffa, location e colazione i 4 must alberghieri dei business traveller