AutoGreen

La nuova Hyundai Kona elettrica

Dopo il primo debutto del 2017, la nuova Hyundai Kona elettrica si aggiorna dentro e fuori, pronta a proporsi tra le novità dai consumi controllati e vettura di punta del segmento B. Tra le caratteristiche: aspetto sempre più futuristico, dotazioni di sicurezza all’avanguardia, autonomia chilometrica ‘best in class’ fino a 484 km nel ciclo combinato Wltp e di 660 km in città. Scopriamo il Suv elettrico più venduto in Italia nel 2020.

Gli esterni del Suv

E’ prodotto nello stabilimento Hyundai in Repubblica Ceca e oggi misura 2,5 cm in più in lunghezza rispetto alla versione precedente, per un totale di 4,2 metri. Mostra linee filanti, look pulito e moderno, grazie ad un frontale con griglia chiusa (e sportellino di ricarica) più le nuove luci diurne a Led.

Nuova Hyundai Kona elettrica: sotto il cofano

La versione più performante è dotata di batteria da 64 kWh e motore elettrico da 204 CV (150 kW) di potenza massima.

Accelera da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi, sprigionando 395 Nm di coppia immediata. Dati alla mano, stessa coppia per la versione con batteria da 39,2 kWh, con motore da 136 CV (100 kW): qui lo scatto 0-100 è in 9,9 secondi.

Sono disponibili 3 diverse modalità di guida: sport, eco e comfort. Tutti e tre tirano fuori dalla vettura il suo carattere sportivo oppure incoraggiano quello ecologico, lasciando sempre al driver l’opportunità di interagire. Ad esempio, per “nutrire” la batteria e assicurare sempre una buona autonomia chilometrica, è indispensabile recuperare sempre l’energia della frenata. Perciò ci sono quattro modi per farlo, scegliendo direttamente dal volante.

Il relax è assicurato, grazie ai sistemi di guida assistita Hyundai Smartsense.

Abbiamo la “frenata autonoma” con rilevamento di veicoli, pedoni e cicli, il mantenimento al centro della corsia e il rilevamento della stanchezza del conducente. A questi possono essere affiancati diversi sistemi di avvertimento della collisione, come dall’angolo cieco e dal posteriore. Oltre allo Smart cruise control per rendere la guida ancora più sicura.

Leggi di Hyundai i20, la piccola scattanmte anche nel prezzo.

Autonomia e ricarica: i plus

Come detto, l’autonomia di 484 km dichiarati nel ciclo combinato è rilevante e significa che il modello è in grado di uscire dalla città e percorrere tragitti extraurbani.

Rispetto ai tempi di ricarica, la batteria torna all’80% in 47 minuti utilizzando un caricatore rapido (DC) da 100 kW alle coloninne fast.

La vettura ha una sua applicazione digitale che permette il controllo da remoto.

E’ in grado di mostrare l’autonomia e lo stato della batteria, oltre al tempo di ricarica quando sta facendo il pieno di energia. Con questa funzionalità, l’automobilista gestisce meglio i costi di ricarica, programmandola in azienda, a casa oppure durante il viaggio.

Tecnologia al servizio delle vetture aziendali

Una volta a bordo, la tecnologia di Hyundai Kona permette di creare un vero e proprio profilo-guidatore.

Così da poterlo trasferire anche sul resto della flotta (Hyundai) e avere sotto mano i punti di interesse nelle mappe di navigazione. Indirizzi ma anche note vocali, che si possono registrare direttamente mentre si guida.

Il sistema di connettività avanzata include, tra gli altri, il Connected routing, che tiene traccia dei dati reali e storici sulla velocità attraverso il Gps. Aggiorna le informazioni sul traffico ogni cinque minuti e fa previsioni di percorrenza più accurati. Invece, Live parking information rileva posizione e tariffe dei parcheggi disponibili nelle vicinanze.

Canone NLT: 355 euro al mese tutto compreso

Gli allestimenti di Hyundai Kona elettrica sono tre: XTech City, XLine e XClass con la scelta tra due batterie (39 kWh o 64 kWh). Per un listino che parte da 35.850 euro.

L’offerta di noleggio di Hyundai Renting, il lungo termine per partite Iva e piccole medie imprese, ma anche privati, prevede 6 canoni mensili da 355 euro. Includono polizza furto e incendio, manutenzione ordinaria e straordinaria, assistenza stradale 24 ore su 24 e servizio di customer care dedicato. Il primo canone è gratuito e comprende un voucher di 350 euro per l’utilizzo di Charge MyHyundai, per l’accesso a 200 mila stazioni in tutta Europa.

La proposta è per la versione con la batteria da 39 kWh e l’allestimento XLine, con autonomia di 305 km, che sale a 435 km in ambito urbano.

Leggi di Hyundai Tucson ibrido, anche plug in.

Bollo auto 2021
Precedente

Bollo auto 2021: pagamenti ed esenzioni Regione per Regione

nuova mercedes classe E
Successivo

Nuova Mercedes Classe E in 7 versioni plug in hybrid