AutoGreen

Toyota, la strategia di sviluppo per i veicoli commerciali

Toyota lancia la sua offensiva nel settore dei veicoli commerciali e presenta in Europa il suo nuovo Proace City nel segmento dei furgoni compatti (CDV o Compat Duty Van, in termini tecnici).

Ma non solo: tra le novtà sul piatto della casa giapponese ci sono le nuove versioni elettriche di Proace e Proace City a partire dal 2020 e il lancio del marchio “Toyota Professional” rivolto al business dei veicoli commerciali sul modello di quanto fanno altre case costruttrici.

Per quanto riguarda i veicoli commerciali, il piano di crescita dell’azienda giapponese è importante e si basa sul lancio del nuovo Proace City, ordinabile in Europa a partire da settembre e acquistabile nei primi mesi del 2020 e frutto dell’accordo con la francese Groupe Psa siglato con l’obiettivo di produrre nuovi modelli in sinergia unendo le forze, le risorse e il know how. La nuova vettura si affianchera al Proace e al pick up Hilux.

Leggi come il 2019 sarà per Toyota l’anno di svolta nelle flotte

Pronta la versione elettrica. Ma no all’ibrido

Presentato per la prima volta al Commercial Vehicle Show 2019 di Birmingham, il nuovo Toyota Proace City si affianca alle “sorelle” Citroen Berlingo, Peugeot Rifter e Opel Combo. E coglie l’eredità del Proace che – secondo i dati resi noti da Andrea Carlucci, direttore di prodotto e marketing management di Toyota Motor Europe – è passato dalle 21.000 unità vendute nel 2017 alle 27.000 del 2018, con buone prospettive di toccare le 30.000 unità quest’anno e le 32.000 del 2020, con quota di mercato in lenta ma inesorabile ascesa.

Del resto in Europa il settore dei LCV – i veicoli commerciali leggeri – è in costante ascesa e in 3 anni, visto che tra il 2015 e il 2018 è passato da 2 milioni di veicoli commercializzati a 2,4 milioni.

L’elettrico ideale delle consegne ultimo miglio in città

Ma è la versione elettrica del Proace City che maggiormente ha elettrizzato gli addetti ai lavori, come peraltro ha sottolineato Tim Thompson, LCV Business Unit senior manager.

“Con la crescita dell’e-commerce che nel 2018 in Europa è stata dell’11% e con l’aumento delle Ztl in molte grandi città europee, da Milano a Roma, da Oslo, Londra, Parigi, Madrid, Barcellona e varie città tedesche, il nostro veicolo commerciale assume una importanza sempre maggiore. E l’avrà soprattutto inizialmente in Norvegia e Olanda, dove il primo assiste oggi il 44,4% delle nuove vetture sono a emissioni zero e dove il secondo è quello a più alta concentrazione europea di colonnine di ricarica”.

Consulta a pagina 28 di MissionFleet lo Speciale veicoli commerciali

Mentre l’azienda esclude il ricorso all’ibrido, prevede di lanciare le versioni elettriche di Proace e Proace City tra il 2020 e il 2021, sull’onda delle nuove regole in tema di inquinamento che stanno modificando le esigenze e le priorità dei clienti, soprattutto nelle aree urbane. Il nuovo furgone della casa giapponese offre capacità di carico sia in termini volumetrici che di lunghezza, visto che è uno dei pochi modelli a poter trasportare due Euro pallet.

Approfondisci sul futuro a idrogeno di Toyota Italia

Toyota Professional, brand dedicato alle flotte di veicoli commerciali

La nuova offensiva di prodotto di Toyota offre l’opportunità giusta per lanciare Toyota Professional il nuovo brand dedicato agli LCV.

Per questo motivo, con questo marchio nasce ufficialmente una rete di concessionarie Toyota dedicata al business dei veicoli commerciali che sarà operativa in tutta Europa.

I nuovi concessionari Toyota Professional saranno dedicati ai clienti dei veicoli commerciali e saranno caratterizzati da un nuovo “retail concept”, personale specializzato, veicoli in esposizione allestiti e accessoriati insieme da una strategia di comunicazione e un nuovo sito Web dedicati.

Veicoli connessi: ecco la filosofia Toyota

business revolution fca
Precedente

FCA cavalca l’onda delle vendite nelle flotte aziendali

Auto elettrica Jaguar Land Rover
Successivo

La Jaguar elettrica arriva l'anno prossimo e accelera il piano di JLR