Nasce ChiamateNoi: i professionisti degli eventi al servizio dell’emergenza Covid19

Sono stati i primi a fermarsi e probabilmente saranno tra gli ultimi a ripartire a causa della pandemia Covid19. Parliamo degli eventi live, dei grandi spettacoli musicali e teatrali ma anche degli appuntamenti dello sport, della moda e degli eventi corporate b2c.

E proprio da questo settore nasce un’iniziativa che dimostra come il Mice in tutte le sue forme è pronto a reagire, con quelle doti di resilienza e flessibilità che sempre lo contraddistinguono.

Leggi qui i centri congressi e le fiere del mondo trasformati in ospedali Covid19.

Segnala a Federcongressi&eventi gli eventi annullati o posticipati a causa della pandemia.

Sulla piattaforma ChiamateNoi oltre 600 tra professionisti e aziende

Il nuovo progetto si chiama ChiamateNoi (scoprilo qui). È una piattaforma online che, a oggi, raccoglie oltre 600 tra professionisti e aziende del comparto dell’organizzazione di eventi e spettacoli. Pronti a ideare, montare, smontare, spostare, organizzare, strutture temporanee o permanenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Coronavirus.

ChiamateNoi è una forma di rappresentanza indipendente, partita dal basso, di professionisti abituati a operare in contesti difficili, sempre nuovi e con tempistiche molto contratte. Skill indispensabili nel mondo degli eventi. E che oggi diventano fondamentali per rispondere alle esigenze sanitarie, logistiche, organizzative della società civile, da qui ai prossimi mesi.

Dagli eventi il know how per la società civile

La piattaforma mette a disposizione il know how di elettricisti, lavoratori in quota, allestitori, macchinisti, responsabili cantieri, site manager, catering, tecnici audio/luci/video/strumenti musicali, runner, driver, autisti e rigger. Consultando ChiamateNoi è possibile contattare anche ingegneri elettrici, strutturisti e professionisti di Hse-health, safety ed environment.

Da segnalare anche la presenza di aziende specializzate in produzione. Cioè nell’organizzazione del cantiere coordinando le figure professionali coinvolte collaborando con architetti, ingegneri, safety manager, consulenti per iter burocratici e e rapporti con la pubblica amministrazione.

 

L’iniziativa è sostenuta sulle proprie pagine social da numerosi artisti italiani.

Tra loro Eugenio Finardi, Umberto Tozzi, Giorgio Panariello, Nek, Negramaro, Fiorella Mannoia, Laura Pausini e Andrea Bocelli.

Approfondisci qui come e quanto la meeting industry italiana sia colpita dall’emergenza e come riscrivere il futuro del Mice, per Aim sin da ora.

 

 

Gerusalemme
Precedente

Destination marketing ai tempi di Covid19: il caso Gerusalemme

Principato di Monaco
Successivo

Principato di Monaco: politica flessibile per gli organizzatori di eventi