Green

Auto elettrica Renault, la lista completa dei modelli plug in ed ibridi

L’auto elettrica Renault si fa strada nel futuro della mobilità. Il costruttore francese, infatti, lancia un’offensiva in un settore, quello delle emissioni zero, che lentamente prende piede. La strategia si basa su modelli con motore solo a batteria, ibridi o ibridi plug in, e tecnologie sempre più nuove.

Tali tecnologie emergono soprattutto a bordo della Nuova Clio E-Tech hybrid, del Nuovo Captur E-Tech plug-in hybrid e della Nuova Mégane Sporter E-Tech plug-in hybrid. Senza contare la Twingo, che diventa anche full electric, la Nuova Zoe nella serie limitata Riviera e la Concept car elettrica Morphoz.

 Le prime tre sono il frutto della tecennale esperienza nel settore dell’auto elettrica mentre la Twingo Z.E, leader storica del segmento e quarta piccola city car più venduta a livello europeo, mantiene le caratteristiche della versione a benzina. Se le dimensioni sono invariate, il motore R80 è una novità. Eroga 60 kW (82 cv) ed è alimentato da 3 livelli regolabili di frenata rigenerativa.

Scopri i 20 Adas della Renault Clio

Auto elettrica Renault, Twingo Z.E. e Zoe Riviera

La batteria, che vanta una capacità di 22 kWh, consente a Twingo Z.E. di percorrere fino a 180 km in ciclo Wltp completo e 250 km in ciclo Wltp City. Il caricabatterie Caméléon consente di fare “rifornimento” in modo da poter recuperare fino a 80 km in 30 minuti con una colonnina da 22 kW.

E la nuova Renault Zoe Riviera? In questo caso non solo soluzioni altamente tecnologiche per l’auto elettrica Renault. Ma una nuova tinta Blu Notte e una fascia che ne valorizza il profilo. I cerchi in lega diamantati da 16” Seidon compaiono per la prima volta in esclusiva su questa versione. L’abitacolo? Due nuove tinte “pelle blunavy” o “grigio sabbia”. E una plancia di modanatura in legno chiaro.

Leggi della Zoe premiata ai MissionFleet Awards

Gli equipaggiamenti: sistema multimediale Easy Link con display da 9,3”, sistema di navigazione e parking camera e funzione Easy Park Assist. Senza dimenticare il sistema di frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni, attivo da 7 a 80 km/h e in grado di riconoscere i veicoli in movimento. Oltre a pedoni e ciclisti, grazie alla telecamera situata sopra al parabrezza e al radar disposto a livello della calandra.

L’auto elettrica Renault non si limita a questi esempi: per il futuro ecco le concept car Morphoz e Kangoo Z.E.. Se la prima prefigura una nuova futura famiglia di veicoli elettrici di Renault (con intelligenza artificiale e guida autonoma di livello 3), la seconda preannuncia un rinnovamento della gamma.

Guarda il video sulla Zoe

idrogeno Toyota
Precedente

Idrogeno Toyota: Mirai miete successi in Germania

restate a casa
Successivo

Il restate a casa delle giornaliste dell’auto fa il giro del mondo in un video