AutoAutomotive in EvidenzaGalleryGreen

Auto plug in hybrid: caratteristiche e prezzi sul mercato

Muoversi in modalità elettrica per 40, ma anche 50 e 60 km: è il vero plus delle auto ibride plug in. Va detto che se da un lato le ibride “alla spina” permettono di ridurre i consumi (quasi tutte riescono a restare sotto i due litri per 100 km) e le emissioni di CO2 (spesso meno di 30 g/km) grazie alla loro maggiore autonomia in modalità elettrica, dall’altro i listini sono più elevati rispetto a quelli delle vetture full e mild hybrid a causa delle batterie più grandi e capaci, nonché di sistemi più sofisticati per la gestione e la sicurezza.

Mercedes Classe A 250e

Classe A Mercedes 250e con 75 KM di autonomia

Un esempio illuminante è quello delle nuove plug in Mercedes-Benz: la Classe A 250e (quattro o cinque porte), con potenza complessiva da 218 Cv, si spinge sino a 75 km di autonomia in elettrico ma richiede almeno 43.817 o 43.110 euro. La sorella a ruote alte Gla, con gli stessi numeri e in arrivo a primavera, sfiora i 50mila.

A6 Avant 2.0 (55) Tfsi e quattro

Plug in hybrid Audi da 75mila euro

In fascia premium, Audi ha la versione plug in hybrid di alcuni modelli: A3, A6, A7, A8, Q5 e Q7. La più recente è l’A6 Avant 2.0 (55) Tfsi e quattro, mix di sportività ed efficienza, con 367 Cv complessivi e 51 km di autonomia in modalità elettrica, dove si possono raggiungere i 135 km/h. Proposta nel solo allestimento top di gamma S line plus, costa 75.200 euro.

Approfondisci sui mild hybrid Audi A4, A5 e Q5.

BMW 330e PHEV da 54mila euro

BMW 330e Touring ibrida plug in

L’ultima risposta Bmw (che offre già versioni plug in per quasi tutti i modelli) è affidata alla 330e e alla 330e Touring: 252 Cv che con il sistema XtraBoost per 10 secondi diventano ben 292 Cv, tra 55 e 65 km percorribili a zero emissioni, prezzi rispettivamente da 54.500 e 56.350 euro. Da sottolineare, restando nel gruppo Bmw, che la collaudata Mini Countryman SE continua a piacere (è terza tra le Phev più vendute).

Volvo plug in hybrid sfida Ford Kuga

Volvo XC40 Recharge T5 PLUG-IN HYBRID

Infine, sta andando ancora più forte – praticamente appaiata alla leader Ford Kuga nel ranking Unrae dei primi dieci mesi – la Volvo XC40: la nuova Recharge T5 parte da 47.770 euro, ha 262 Cv di potenza e garantisce 45 km a zero emissioni.

Approfondisci su Volvo Recharge T5 plug in hybrid.

Approfondisci su Ford Kuga ibrida.

Jeep ibride plug in da 38mila euro

La proposta italiana verte sulle popolari Jeep Compass e Renegade che per le versioni 4xe contano sul 1.3 Multiair in due livelli (130 Cv e 180 Cv) a cui si aggiungono i 60 Cv prodotti dalle batterie, per un totale di 190 Cv o 240 Cv a seconda degli allestimenti.

Listini da 42.650 euro per Compass e 38.500 euro per Renegade.

Nuova Octavia plug in hybrid

Il plug in hybrid del Gruppo Volkswagen

Il gruppo VW, oltre ai modelli Audi, ha pronta la variante ibrida della Cupra Formentor (da 204 e 245 Cv) e offre un valido prodotto come Octavia plug in (al top la RS da 245 Cv e 40.550 euro).

Approfondisci su Octavia mild hybrid.

La punta di diamante sono comunque le Golf eHybrid e Gte, offerte rispettivamente a partire da 38.100 e 43.400 euro. Sfruttano l’1.4 Tsi, che abbinato a un’unità elettrica, arriva rispettivamente a 204 Cv e 245 Cv.

L’autonomia in elettrico è inversamente proporzionale alle performance: 80 km per la eHybrid e 62 km per la Gte che è più prestazionale.

Auto plug in hybrid: un mercato ricco

Sul mercato sono presenti anche l’apprezzato trittico Toyota (Yaris, Ch-R, il primo Rav 4 plug in hybrid di cui è appena partita la vendita) e la ‘stilosa’ Citroen C5 Aircross Hybrid. Senza dimenticare gli affidabili modelli Kia Niro, XCeed, Ceed SW e la nuova Sorento ibrida plug in.

Di Hyundai segnaliamo Ioniq, oggetto della recensione su MissionFleet 6/2020 (a pagina 38), e la nuova Tucson.

Infine, Suzuki Across che segna una ‘rottura’ con la tradizione di Casa, da sempre per l’ibrido leggero: 306 Cv di potenza, 98 km/h di autonomia in città, ma anche 58.900 euro di prezzo.

Approfondisci sulla struttura del mercato automotive a novembre 2020 con l’analisi di Unrae: nel complesso, le vetture ibride, plug in ed elettriche raggiungono il 30% del mercato. Grazie agli incentivi, l’accelerazione delle vendite di queste motorizzazioni risulta a tripla cifra. Nel dettaglio, le ibride superano il 23% di quota avvicinandosi rapidamente al 29% del diesel e al 31% del benzina; al 3,5% del totale le plug in hybrid e al 3,4% le elettriche.

Leggi anche city car 2021: quale utilitaria scegliere?

Guarda la galleria fotografica delle nuove auto plug in hybrid

  • Suzuki Across plug in hybrid
  • Nuova Hyundai IONIQ Plug in hybrid
    Nuova Hyundai IONIQ Plug in hybrid
  • Volvo XC40 Recharge T5 PLUG-IN HYBRID
    Volvo XC40 Recharge T5 PLUG-IN HYBRID
  • Toyota RAV4 plug in hybrid
    Toyota RAV4 plug in hybrid
  • Golf eHybrid
    Golf eHybrid
  • Kia Niro, vendite in EU dei modelli plug in hybrid, terzo trimestre 2020
  • Nuova Octavia plug in hybrid
  • BMW 330e Touring ibrida plug in
  • A6 Avant 2.0 (55) Tfsi e quattro
  • Mercedes Classe A 250e
    Mercedes Classe A 250e

Flotte auto delle forze dell'ordine
Precedente

Flotte auto delle forze dell'ordine: Nissan Leaf per i Carabinieri, Peugeot 5008 per la Polizia

Successivo

Road to MFA 2020 tra fleet e mobility manager: apriamo il dibattito