AutoGallery

Ford Kuga ibrida, il nuovo Suv in arrivo anche in Italia

La Ford Kuga ibrida è pronta a entrare nei garage degli italiani, da ieri. L’azienda dell’Ovale Blu arriva sul mercato a partire da poco più di 32mila euro con motori mild hybrid, plug in hybrid e hybrid. Per una riduzione dei consumi fino al 30% rispetto al passato.

Oltre a queste 3 versioni, in listino c’è anche il diesel Ford Ecoblue da 2 e da 1,5 litri e gli Ecoboost da 1,5 litri. Per quanto riguarda la tecnologia, la Ford Kuga ibrida ha accolto a bordo nuove funzioni di assistenza alla guida, puntando molto sulla connettività, da sempre uno dei cavalli di battaglia del brand.

Parliamo di tecnologie come la Fordpass App, in abbinamento con il modem integrato Fordpass Connect. O come la ricarica wireless e il sistema di infotainment Sync 3, su un touchscreen centrale da 8 pollici. Senza contare Adas in grado di pre-regolare l’illuminazione dei fari per la massima visibilità, prima di raggiungere una curva, un incrocio o una rotonda, leggendo, per la prima volta, le informazioni della segnaletica stradale. L’obiettivo è sempre quello di aumentare la sicurezza al volante.

Importanti i numeri ottenuti in Europa da Kuga, dove è il Suv più venduto e il terzo veicolo dell’Ovale Blu, dopo Fiesta e Focus. Nel 2019 sono state acquistati 161.400 esemplari, con un aumento del 5% rispetto al 2018.

Ford Kuga ibrida, in 3 diversi allestimenti

La Ford Kuga ibrida è il primo Suv costruito sulla nuova piattaforma globale del costruttore. I designer hanno migliorato l’aerodinamica e hanno anche effettuato una “dieta dimagrante” che ha fatto perdere circa 80 kg alla vettura.

Gli ingegneri del centro Ford vicino a Colonia, inoltre, hanno progettato una struttura più solida che meglio protegge in caso di incidente. Tale struttura ha permesso di ottenere le 5 stelle Euro Ncap di cui vi spieghiamo più avanti.

Leggi di Ford per le flotte

Il design: un profilo più snello e un passo più lungo, ma anche un cofano più lungo, un angolo del parabrezza posteriore più inclinato e una linea del tetto più bassa.

Il listino Ford prevede 3 diversi allestimenti (e 12 colori totali): Vignale, ST-Line e Titanium. Quest’ultimo prevede specchietti in tinta con la carrozzeria, luci diurne a Led, cerchi in lega da 17’’ o da 19’’ opzionali. La prima comprende finiture in alluminio satinato per le barre al tetto e design distintivo dei paraurti anteriore e posteriore. Si continua con griglia frontale cromata, doppi terminali di scarico, cerchi in lega da 18’’ (disponibili anche da 19’’ e 20’’), sedili in pelle,  volante riscaldato rivestito in pelle e tappetini in velluto.

La ST-Line comprende invece paraurti e minigonne laterali in tinta con carrozzeria e griglia, diffusore posteriore e barre al tetto di colore nero. Oltre a spoiler posteriore, cerchi in lega da 18’’ o da 19’’ opzionali e due terminali di scarico. All’interno: design e

sclusivo dei sedili con cuciture rosse in contrasto, pedali in alluminio e volante con fondo piatto.

«I clienti di Kuga hanno dichiarato di essere pronti per un design ancora più emozionante. E la Ford Kuga ibrida ti  entusiasma solo guardandola», ha affermato Amko Leenarts, director design Ford Europa.

Leggi della Ford Puma Titanium X

Ford Kuga ibrida, 14 auto elettrificate entro fine 2020

In Europa, i consumatori potranno scegliere tra 18 veicoli elettrificati Ford, entro fine 2021. Di questi, 14 sono previsti entro la fine di quest’anno, con un investimento, a livello globale, di 11 miliardi di dollari. Per quanto riguarda l’ibrido, come detto sono 3 le versioni.

Leggi del 2020 elettrico di Ford

La prima è Kuga plug in hybrid, dove convivono un motore benzina a 4 cilindri da 2,5 litri e uno elettrico. Quest’ultimo cona batteria agli ioni-litio da 14,4 kWh che produce 225 CV in grado di garantire 72 km di autonomia in modalità elettrica. Ottimi i consumi e le emissioni: i primi sono da 1,2 l / 100 km, le seconde sono da 26 g di CO2/km.

La batteria può essere caricata utilizzando una presa montata sul parafango anteriore oppure mentre l’auto è in movimento, utilizzando la tecnologia di ricarica rigenerativa. Quest’ultima si basa sulla cattura dell’energia cinetica normalmente persa durante la frenata. Si prevede che saranno necessarie circa 6 ore per caricare completamente la batteria, da una presa elettrica esterna a 230 volt.

La seconda è la Kuga Ecoblue hybrid: da un lato il motore diesel EcoBlue 2.0 litri da 150 CV, dall’altro la tecnologia Mild-Hybrid. Questa impiega uno starter/generator che consente il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt.

Kuga hybrid: in arrivo nel corso di quest’anno, utilizza un sistema full-hybrid con self-charging, che consente la guida in modalità completamente elettrica. Questa versione sarà disponibile con trazione anteriore e Intelligent All-Wheel Drive.

A scelta anche motori Ecoboost benzina ed Ecoblue diesel

Sul mercato ci sono anche motori Ford Ecoboost benzina e Ford Ecoblue diesel. Questi hanno, di serie, la tecnologia Start&Stop, trasmissione manuale a 6 rapporti o cambio automatico a 8. Quest’ultimo si basa su un proplsore da 2,0 litri e 190 CV o da 1,5 litri e 120 CV. Il primo, invece, è un 1,5 litri da 150 CV con tecnologia di disattivazione del cilindro. Tale tecnologia prevede la disattivazione (in appena 14 millisecondi) del funzionamento di uno dei cilindri del motore quando non è richiesta piena potenza.

«Una sola versione non si adattava alle esigenze di tutti i clienti. Quindi abbiamo sviluppato una strategia che li aiutasse a trovare la soluzione migliore per loro, agevolando il passaggio a uno stile di guida elettrificato» ha dichiarato Joerg Beyer, executive director, engineering, Ford Europa.

Le dimensioni? Ford Kuga ibrida è più larga di 44 mm più lunga di 89 mm rispetto al modello precedente. All’interno, sedili posteriori riscaldati e spostabili indietro o in avanti a seconda che si voglia privilegiare lo spazio per le gambe o la capacità del bagagliaio.

A bordo è migliorata anhe la tecologia. Il modem integrato Fordpass Connect trasforma il Suv in un Wi-Fi hotspot anche per 10 dispositivi. Aiuta poi i conducenti nella pianificazione dei viaggi con gli aggiornamenti Live Traffic e i passeggeri con i canali d’intrattenimento online.

Consente poi l’accesso remoto alla vettura e la sua accensione, la localizazione del veicolo all’interno di grandi parcheggi e informazioni sullo stato del veicolo. L’app Fordpass permette invece di monitorare lo stato della ricarica e di trovare la più vicina stazione di ricarica tra le oltre 125.000 in 21 paesi.

A bordo della Kuga, tecnologie di sicurezza e 5 stelle Euro Ncap

Sulla nuova generazione di Kuga i sono sistemi di sicurezza come il lane keeping con blind spot assist o  il local hazard information, che informa i conducenti di eventuali situazioni pericolose sulla strada.

C’è poi la tecnologia pre-collision assist con active braking, con pedestrian e cyclist detection, l’adaptive cruise control (Acc) con stop & go, speed sign recognition e lane centering.

La nuova Ford Kuga ibrida (e non solo) ha conquistato le 5 stelle per i crash test Euro Ncap. Qui ha ottenuto il 92% per la protezione degli adulti e ricevuto il massimo dei voti sia nel test sull’impatto laterale sia in quello, più complesso, del palo.

Ford Kuga ibrida

yaris cross
Precedente

Con Yaris Cross, Toyota alza il tiro del segmento B nelle flotte

Volkswagen Transform 2025+
Successivo

Elettrificazione, Suv e tecnologia digitale: Volkswagen Transform 2025+ alla fase due