AutoGreen

Renault Zoe VAN alla conquista dei professionisti dell’ultimo miglio

Non è solo l’elettrica più venduta d’Europa. Ora vuole essere la vettura green più amata dalla logistica: è così che Renault Zoe – che ha raggiunto i 395 km di autonomia (ciclo Wltp) – arriva in concessionaria anche in formato Van, che significa con 2 posti, un volume di 1.000 litri e un carico utile fino a 411 kg. Ancora una soluzione nella gamma Renault a zero emissioni, che sul fronte furgoni già da tempo si sviluppa con Kangoo Z.E. e Master Z.E. Vediamo nel dettaglio la proposta.

Lo stile di un’auto, la capacità di un van

La novità sta nel fatto che Renault Zoe Van parte dalla vettura che conosciamo per coniugare il comfort da automobile con la funzionalità del trasporto merci. Un dettaglio da non sottovalutare per chi è tutto il giorno nel traffico cittadino. Si aggiunge a ciò, la natura a zero emissioni inquinanti e zero emissioni acustiche, con libero accesso ai centri storici. Quindi con parcheggio gratuito sulle strisce blu e altre agevolazioni riservate agli EV.

Cosa cambia, quindi, esteticamente?

L’allestimento Van introduce una griglia di separazione fra i 2 posti, un vano di carico rivestito in moquette e un telo copri-bagagli. Completano la dotazione, il climatizzatore automatico con modalità Eco, il driver display da 10’’, il sistema multimediale Easy link e i servizi connessi Easy connect con cui programmare la ricarica, geolocalizzare le colonnine e avere un trasporto delle merci senza pensieri. Il caricatore Caméléon, infatti, consente una ricarica più veloce sulle infrastrutture a corrente alternata (AC) fino a 22 kW ed è disponibile anche la ricarica rapida in corrente continua (DC).

Approfondisci sull’Ecobonus 2020 e 2021.

Renault Zoe Van risparmiatrice nata

Con questo allestimento, dunque, Renault diventa il “van elettrico” più performante della categoria.

L’autonomia record fino a 395 km con batteria Z.E 50 da 52 kWh viene garantita anche dalla modalità di guida B Mode, che una volta attivata permette – in città o in caso di rallentamenti – di decelerare non appena il conducente toglie il piede dall’acceleratore.

Risultato? Quell’energia viene stivata immediatamente e riutilizzata per ricaricare la batteria, lasciando il pedale del freno solo per i momenti di necessità. Una formula con cui Zoe continuerà a farsi apprezzare anche sul lavoro: è un’abile risparmiatrice, pronta a mostrare quello che vale proponendosi ai professionisti a soli 1.500 euro in più rispetto alla versione standard.

Approfondisci sulle auto a zero emissioni della gamma Renault.

 

pandemia sotto controllo
Precedente

Pandemia sotto controllo: da Octo Telematics distanziamento e sanificazione

Successivo

Noleggio e mobilità condivisa nel Rapporto Aniasa 2020