Anche la fiera diventa virtuale, il primo appuntamento è con la Spagna

Anche la fiera diventa virtuale: il primo appuntamento è con la Spagna. La quarta destinazione al mondo nel Mice dà l’appuntamento all’industria dei viaggi per incontrare 60 operatori. Tra essi Dmc, alberghi, imprese di trasporti e aziende di promozione turistica. Organizzato dall’1 al 3 dicembre, l’appuntamento online è strutturato come una fiera con gli espositori cui si accosta un palinsesto di tavole rotonde e dibattiti. E’ rivolto al mercato italiano, con focus sugli scenari 2021 e argomenti di taglio generalista sul turismo.

Gli sponsor principali sono Turismo de Andalucía, Diputación de Valencia e Ibiza.

Il programma delle conferenze è diretto da Josep Ejarque di FTourism and marketing, noto esperto di destination marketing.

Ma non sarà solo duro lavoro.

Dopo la giornata di incontri, Michel Magoni, sommelier di Antica Fonderia di Roma, proporrà un viaggio fra i vini spagnoli: sarà la prima masterclass gastronomica di Spagna Virtuale. Invece, lo chef Mateus Ávila Lobo Coelho di La Albufera di Milano svelerà come preparare un’autentica paella.

Vedi qui il programma delle conferenze di Spagna Virtuale.

La direttrice dell’ente spagnolo del turismo a Milano

Spagna Virtuale: 60 espositori

La direttrice dell’ente spagnolo per il turismo, Isabel Garaña, spiega: «Spagna Virtuale è organizzato attraverso una piattaforma di realtà virtuale 3D immersiva basata sul concetto di “social business” che consente di mettere in contatto centinaia di persone, che possono interagire, con voce e movimenti, in un ambiente che simula la realtà, ma sembra un videogioco».

Tutti i partecipanti interagiscono con il proprio avatar personalizzato.

Continua la direttrice: «È il primo evento con queste caratteristiche pensato per professionisti e consumer che riproduce, per 3 giorni, virtualmente un workshop sul turismo in una modalità che renderà l’esperienza davvero innovativa e molto realistica».

Isabel Garaña tiene una sessione su “Spagna destinazione sicura” dalle ore 12 alle ore 12.20 del 1° dicembre.

Guarda il video-rendering di Spagna Virtuale

Gli espositori sono virtualmente presenti e disponibili per fissare gli appuntamenti, quindi rappresentano i riferimenti per quanto riguarda le informazioni sulla situazione e per definire le strategie future delle destinazioni, anche sulla loro offerta Mice.

Ad esempio c’è Bilbao, destinazione d’indubbio appeal per eventi aziendali. Così come l’ente di promozione della Catalogna che dal 2006 ha una rappresentanza diretta in Italia. Non mancano i celebri Paradores, le dimore storiche. E diversi altri espositori che potete vedere in questa pagina web.

Tra le compagnie aeree operanti in Italia che partecipano ci sono Vueling e Air Europa.

La fiera diventa virtuale: Spain Box per il MICE

Se Spagna Virtuale è un evento b2b generalista, al Mice l’ente spagnolo del turismo ha dedicato una “finestra” di presentazione ad hoc il 24 novembre scorso. Insieme allo Spain Convention Bureau ha dato appuntamento a Spain Box, un gioco online per approfondire sugli aspetti Mice e conoscere le principali novità di 15 città spagnole.

Hanno partecipato Madrid, Barcellona, Sitges, Valencia, Alicante, Benidorm, Elche, Ibiza, Malaga, Siviglia, Bilbao, San Sebastian, Santiago de Compostela, Saragozza, Gran Canaria e Tenerife.

Si è trattato di un evento ad invito.

Digitalizzazione: parola chiave della travel industry

Il caso della fiera Spagna Virtuale s’inserisce in un più ampio quadro di programma dell’industria del turismo spagnolo. La ministra Reyes Maroto ha annunciato recentemente “Tourism Data Viewer”, uno spazio web unico di dati dal quale è possibile accedere alle diverse fonti statistiche turistiche di enti pubblici e privati.

Queste le sue parole: «Questa crisi ha sottolineato la necessità di disporre, più che mai, di indicatori e informazioni in tempo reale per poter prevedere scenari e comportamenti e attuare, qualora fosse necessario, le opportune politiche pubbliche anticipando il processo decisionale».

E’ stato inoltre presentato il Directory of Technological Solutions.

Si tratta di un servizio gratuito per consentire alle destinazioni turistiche di accedere a risorse tecnologiche che le aiutino a migliorare la competitività.

Il Mice in Spagna

La Spagna rimane nelle prime posizioni nella classifica annuale dei congressi delle associazioni internazionali.

Secondo la classifica 2019 di Icca è quarta, dietro a Stati Uniti, Germania e Francia. In base alla lista delle città, Barcellona e Madrid si mantengono nella top five internazionale, guidata da Parigi, Lisbona e Berlino.

Il ranking cambia se si fa riferimento al numero di partecipanti e non al numero di incontri.

In questo caso, il Paese diventa secondo dopo gli Stati Uniti con 349.000 congressisti; lo stesso per le città: Barcellona si porta al primo posto con 157.000 partecipanti e Madrid al terzo, con 91.900.

La Spagna ha ospitato 578 incontri nel 2019, il 9% in meno rispetto al 2018.

Scopri il nuovo spazio digitale della destinazione in piazza di Spagna a Roma.

 

nuovo Meliá a Milano
Precedente

Nuovo Meliá a Milano: lo storico Palazzo Venezia si trasforma in 5 stelle

The St Regis Rome
Successivo

The St. Regis Rome lancia la domenica in hotel