AccomodationMissiOnews

I trend di viaggio 2021 secondo Marriott che punta tutto sull’app Bonvoy

Con oltre 7.500 proprietà in 132 paesi del mondo, Marriott lancia la previsione sui trend di viaggio 2021. Tendenze che, al primo punto, vedono come la pandemia abbia accelerato il già esistente percorso della digitalizzazione delle aziende, nel settore dei viaggi e non solo.

Le piattaforme online, che da tempo ormai costituiscono la scelta privilegiata dai Millenial e dalla Generazione Z per la fruizione di contenuti e per gli acquisti, diventeranno sempre di più una fonte di ispirazione e di vendita per tutte le generazioni.

«Per Marriott, la trasformazione digitale era già parte integrante di ogni aspetto del business», ha detto Richard Brekelmans, vicepresidente Sud Europa. «Dallo scorso marzo abbiamo accelerato l’implementazione di nuove tecnologie digitali per rendere più agevole l’esperienza degli ospiti durante la pandemia, includendo il check in e il check out, così come l’accesso alla camera, da mobile, e il servizio di chat tra il personale dell’hotel e gli ospiti, tutto attraverso l’app Marriott Bonvoy».

A tal proposito, il gruppo statunitense ha lanciato una versione più intuitiva della sua app in previsione dell’aumento della domanda di viaggi entro fine 2021.

La nuova versione sarà disponibile in italiano da aprile. Rispecchiando la mentalità mobile first dell’azienda, permette di prenotare con la tariffa migliore al momento della prenotazione.

I trend di viaggio 2021 secondo Marriott

Nell’osservazione dei trend di viaggio 2021, una sezione particolare riguarda il lusso.

«I luxury traveller tendono a concentrarsi su spostamenti più consapevoli e sostenibili e dallo stile più sobrio. Nel futuro prossimo riscontreremo un crescente interesse verso momenti speciali e unici in termini di privacy e di benessere. La popolarità delle destinazioni accessibili in auto crescerà in maniera cospicua, dato che attualmente si prediligono mete raggiungibili senza salire su un aereo, con il viaggio che diventa parte integrante dell’esperienza».

Ci sono poi i trend delle prenotazioni all’ultimo minuto e del prolungamento del soggiorno – sia essi di vacanza, di lavoro o di bleisure – solo una volta arrivati a destinazione.

Spiega una nota: «Dopo mesi di lavoro da casa e di didattica a distanza, il lavoro e la scuola proseguono in hotel. Nel senso che nelle strutture Mariott, i bambini possono unire le lezioni a distanza e poi usufruire delle strutture del resort, mentre i genitori possono lavorare con una formula Wfh, ovvero Work from hotel».

A questo proposito, ecco le formule Day pass, Stay pass e Playp ass di Marriott Bonvoy.

Obiettivo: aiutare i professionisti a essere più produttivi permettendo loro di trascorrere un’intera giornata di lavoro in hotel e di trattenersi per la notte. Oppure di optare per un soggiorno più lungo approfittando delle comodità, combinando lavoro e vacanza. E accumulando punti con il programma di fidelizzazione.

Igiene e pulizia in hotel diventano priorità assolute

«C’è poi un altro punto – evidenzia Richard Brekelmans. -, i brand di viaggio ritenuti affidabili verranno sempre più ricercati appena le persone si riprenderanno dall’impatto della pandemia. In tempi di crisi ed incertezza si ha la tendenza ad acquistare da marchi di cui ci si fida. Allo stesso tempo, i consumatori avranno aspettative ancora più alte: la qualità dell’esperienza di viaggio sarà più importante che mai. In particolare, i nostri ospiti hanno acquisito una maggiore consapevolezza dell’igiene e della pulizia, fattore che rimarrà fondamentale per la valutazione dell’esperienza. Per far fronte alle nuove esigenze, tutti i nostri alberghi e i nostri dipendenti hanno adottato nuovi protocolli di pulizia e hanno lavorato instancabilmente per rispettare i rigorosi standard richiesti da Marriott International».

I dati sui trend di viaggio 2021 toccano anche il business travel.

«Sebbene la pandemia abbia segnato l’aumento di videochiamate, webinar e riunioni virtuali, queste tecnologie non potranno mai sostituire gli incontri di persona. Le persone sentono la necessità di connettersi tra loro e collaborano meglio quando sono insieme».

E mentre le grandi aziende potrebbero impiegare più tempo nel ricominciare a prenotare viaggi, le Pmi hanno bisogno di portare avanti il proprio business e di spostarsi per lavoro.

«Per supportarle abbiamo introdotto Marriott Bonvoy business ready, un nuovo programma progettato per facilitare i viaggi di lavoro delle piccole e medie imprese. Nei prossimi 5 anni assisteremo alla ripresa del comparto dei viaggi d’affari, che si evolveranno ed incorporeranno eventi ibridi, durante i quali alcuni incontri si svolgeranno di persona e altri virtualmente. Siamo pronti a rispecchiare questi cambiamenti ed implementarli nei nostri hotel».

Approfondisci sugli hotel Marriott che aprono nel 2021.

trend di viaggio 2021

Richard Brekelmans

Le novità dell’app Marriott Bonvoy

L’app dà agli iscritti consigli e proposte personalizzati. Rispecchiando la mentalità mobile first dell’azienda, facilita la scelta di un’opzione contactless per il check in e il check out e l’utilizzo delle chiavi digitali. Così come di richiedere servizi ed extra tramite chat e via mobile.

Il servizio di chiave digitale è disponibile attraverso di essa in circa 4.000 strutture, mentre molti altri si stanno preparando per l’implementazione del servizio nel 2021.

Quasi un milione di persone ha utilizzato l’app per iscriversi a Marriott Bonvoy nel 2020. Anche chi ancora non è iscritto al programma può comunque cercare e prenotare soggiorni più facilmente di prima.

Come detto, prenotando tramite l’applicazione, agli ospiti viene garantita la tariffa più bassa disponibile ed è uno dei modi in cui gli iscritti possono guadagnare punti e ricevere vantaggi in loco. A iniziare da più opzioni di personalizzazione che riducono al minimo i contatti e aiutano a mantenere al meglio la distanza sociale.

Ulteriori miglioramenti per igli utilizzatori dell’app:

  • Personalizzazione della pagina del profilo con evidenziate le promozioni, vantaggi da sfruttare durante i soggiorni e attività completa dell’account
  • Possibilità di copiare/incollare i codici dei soci su web
  • Attivazione automatica di Face ID e Touch ID dopo il primo accesso
  • Comparsa del numero della propria camera sulla schermata principale

La nuova appllicazione è attualmente disponibile in 7 lingue: inglese, spagnolo, francese, tedesco, giapponese, coreano e cinese. Quattro idiomi aggiuntivi verranno aggiunti entro la fine dell’anno, tra cui l’italiano ad aprile. L’aggiornamento sarà in un primo tempo disponibile sul sistema operativo Ios di Apple e sarà seguito da quello per il sistema operativo Android entro fine 2021.

Strutture di Venezia e Milano che riaprono nelle prossime settimane o che hanno appena riaperto:

Gli hotel di Roma, Milano, Venezia, Cortina, Firenze già aperti:

  • The St Regis Rome
  • Le Méridien Visconti Rome
  • Excelsior Hotel Gallia, a Luxury Collection Hotel, Milano
  • Sheraton Milan San Siro e Sheraton Malpensa
  • Hotel Danieli, a Luxury Collection Hotel, Venezia
  • Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo
  • The Westin Excelsior, Firenze

travel security manager
Precedente

Travel security manager: appuntamento a Missionforum.it

Benessere in azienda
Successivo

Benessere in azienda a Missionforum.it con il chief mental health officer